Ultima modifica: 25 Settembre 2020

Misure di prevenzione e contenimento della SARS-COV-2 a scuola

1. RESPONSABILITÀ GENITORIALE

STATO DI SALUTE DELL’ALUNNO

Si rimanda alla responsabilità genitoriale la scelta di far recare il minore affidato a scuola, in relazione allo stato di salute del bambino/alunno, evidenziato dalla misurazione della temperatura corporea e dalla valutazione dell’insorgenza di sintomatologia riconducibile al contagio da Covid-19.

Il bambino/alunno non deve assolutamente recarsi/entrare a scuola nel caso di riscontrata temperatura corporea superiore a 37.5°C, e/o di sintomi da infezione respiratoria (quali per esempio tosse, difficoltà respiratorie, congestione nasale, rinorrea) e/o dolori muscolari, e/o riduzione o perdita delle capacità sensoriali relative all’olfatto e/o al gusto, e/o sintomi gastro-intestinali (quali nausea, vomito, diarrea), e/o infezione oculari (quali ad esempio congiuntivite), insorti anche durante il tragitto casa-scuola.

STATO DI QUARANTENA E/O CONTATTI CON SOGGETTI POSITIVI AL COVID-19

Il bambino/alunno non deve, altresì, recarsi a scuola nei seguenti casi:

  • se è ritornato da meno di 14 giorni da zone a rischio;
  • se ha avuto negli ultimi 14 giorni contatti con soggetti risultati positivi al COVID-19 o provenienti da zone a rischio;
  • se è, attualmente, sottoposto alla misura della quarantena o dell’isolamento fiduciario con sorveglianza sanitaria ai sensi della normativa in vigore;
  • se ha familiari o conviventi risultati positivi al COVID-19.

RIENTRO A SCUOLA DOPO UNO O PIÙ GIORNI DI ASSENZA

Il bambino/alunno che manca da scuola per un periodo compreso tra 1 e 3 giorni deve presentare al suo rientro nel plesso di appartenenza l’apposita autocertificazione (scaricabile dal sito della scuola o fornita dal collaboratore scolastico), a firma del genitore o dell’adulto a cui è giuridicamente affidato. Tale autocertificazione dovrà essere consegnata al docente dell’ora, prima di raggiungere la propria postazione. Qualora l’alunno non fosse in possesso dell’autocertificazione non potrà restare in classe e sarà condotto nell’aula COVID dove sosterà, opportunamente sorvegliato, fino all’arrivo del genitore o adulto a cui è giuridicamente affidato. Dopo la firma dell’apposita autocertificazione l’alunno potrà prendere posto nella propria classe.

Il bambino/alunno che manca da scuola per un periodo superiore a 3 giorni deve presentare al suo rientro nel plesso di appartenenza l’apposito certificato medico. Tale certificato dovrà essere consegnato al docente dell’ora, prima di raggiungere la propria postazione. Qualora l’alunno non fosse in possesso del certificato non potrà restare in classe e sarà condotto nell’aula COVID dove resterà, opportunamente sorvegliato, fino all’arrivo del genitore o adulto a cui è giuridicamente affidato. L’alunno sarà condotto dal proprio medico per la visita e solo con il certificato potrà rientrare nella propria classe.

GESTIONE DELL’ALUNNO CHE SI SENTE MALE A SCUOLA

Qualora il bambino/alunno si sentisse male durante l’orario scolastico, allo stesso sarà fornita una mascherina chirurgica (esclusi i casi di deroga) e sarà condotto nell’aula COVID, dove resterà opportunamente sorvegliato fino all’arrivo del genitore o adulto a cui è affidato o un loro delegato. Il genitore o l’adulto a cui è affidato o il loro delegato si recheranno tempestivamente a scuola e preleveranno il bambino/alunno, che potrà rientrare nei giorni successivi solo con l’apposita autocertificazione (da 0 a 3 giorni d’assenza) o con l’apposito certificato medico con più di 3 giorni d’assenza.

GESTIONE DEL BAMBINO CHE SI SPORCA (ESCLUSIVAMENTE PER L’INFANZIA)

Qualora il bambino avesse la necessità di essere cambiato durante l’orario scolastico, verrà contattato il genitore o adulto affidatario o eventuale delegato, per l’effettuazione di detta operazione. Questi dovrà osservare tutte le norme previste dalla scuola per limitare il contagio.

PRESENZA DEI GENITORI O DEGLI ADULTI AFFIDATARI NEGLI SPAZI SCOLASTICI

I genitori e/o gli adulti affidatari o loro delegati, non potranno accedere ai plessi dell’istituto o agli uffici di segreteria e/o presidenza se non opportunamente chiamati o per motivi inderogabili. Non sarà possibile portare cibo, materiale didattico o altro durante le ore di lezione. Non sarà possibile sostare nei cortili o creare assembramenti.

2. USO DELLA MASCHERINA

  1. La mascherina in uso agli alunni può essere fornita dalla scuola e/o dalla famiglia.
  2. La mascherina deve essere indossata dagli alunni all’ingresso del plesso scolastico di appartenenza.
  3. La mascherina deve essere indossata dagli stessi, dall’ingresso fino al raggiungimento della postazione assegnata nella propria classe, deve essere indossata fino alla conclusione del periodo d’ingresso degli studenti e può essere tolta solo dopo l’esplicito consenso del docente.
  4. La mascherina deve essere indossata per qualsiasi spostamento (alzarsi dal banco, andare in bagno, recarsi alla lavagna, etc).
  5. La mascherina deve essere indossata dagli alunni nel percorso di uscita dal plesso scolastico.
  6. La mascherina monouso, se fornita dalla scuola, deve essere gettata nell’apposito contenitore per lo smaltimento, alla fine di ogni giornata scolastica.

È consentito togliere la mascherina esclusivamente nei seguenti casi:

  1. quando l’alunno staziona nella propria postazione, poiché garantita la distanza di sicurezza;
  2. durante le verifiche orali, mantenendo dal docente e dai compagni la distanza di sicurezza di due metri;
  3. durante la ricreazione, se seduti nella propria postazione, per consumare la merenda;
  4. in palestra e/o in cortile durante l’attività motoria, garantita la distanza di sicurezza di due metri;
  5. durante la refezione scolastica (mensa), se seduti nella propria postazione, per consumare il pasto.

Sono dispensati dall’uso della mascherina solo gli alunni della scuola primaria e secondaria che hanno una disabilità incompatibile con l’uso della stessa e tutti i bambini della scuola dell’infanzia, in ottemperanza alle indicazioni del MI. Sono, inoltre, dispensati dal consumare il cibo nella propria postazione gli alunni dei tre ordini di scuola che presentano disabilità incompatibili con il rispetto di questa regola, previo accordo tra scuola, famiglia e pediatra di libera scelta).

 

3. COMPORTAMENTI IN ENTRATA, IN USCITA E ALL’INTERNO DEI PLESSI (CORTILI COMPRESI) – SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO

  1. Ciascun alunno deve entrare e uscire dall’ingresso assegnato e negli orari assegnati, rispettando l’eventuale fila ed evitando assembramenti.
  2. L’eventuale entrata al di fuori dell’orario assegnato è consentita solo in casi eccezionali ed espressamente giustificata dal genitore.
  3. All’entrata nel plesso gli alunni devono igienizzare le mani, utilizzando l’apposito dispenser.
  4. Dall’ingresso a scuola fino al raggiungimento dell’aula, gli alunni seguono i percorsi obbligatori indicati dalla segnaletica.
  5. Dall’aula fino al raggiungimento dell’uscita, gli alunni seguono i percorsi obbligatori indicati dalla segnaletica, rispettando la fila.
  6. Per tutti gli spostamenti all’interno dei plessi (per esempio dall’aula ai bagni e viceversa) devono essere rispettati i percorsi obbligatori indicati dalla segnaletica.
  7. Si può andare al bagno durante il turno di ricreazione della classe di appartenenza e in orari in cui nessun altro gruppo classe del piano o del plesso è interessato dalla ricreazione.
  8. Ogni qualvolta l’alunno rientra all’interno dell’aula deve igienizzare le mani, utilizzando l’apposito dispenser.
  9. Ogni qualvolta l’alunno si reca alla lavagna deve igienizzare le mani prima e dopo aver utilizzato il gesso, il cancelletto, il pennarello o la penna della LIM.
  10. La ricreazione si svolge nell’aula didattica nell’orario prestabilito (differente da classe a classe). Ogni alunno consuma la merenda seduto nella propria postazione.
  11. È consentito andare in bagno solo uno alla volta.
  12. Alla fine di ogni giornata, il banco e il sottobanco devono essere sgombri per consentire le operazioni di igienizzazione da parte del personale addetto.
  13. Per l’utilizzo delle aule speciali (compresa l’aula mensa) valgono le stesse regole inerenti il distanziamento, l’uso della mascherina e gli spostamenti.

 

4. COMPORTAMENTI IN ENTRATA, IN USCITA E ALL’INTERNO DEI PLESSI (CORTILI COMPRESI) – SCUOLA DELL’INFANZIA.

  1. Ciascun bambino è accompagnato dal genitore fino all’ingresso indicato e nell’orario prestabilito.
  2. Il bambino deve uscire dall’ingresso assegnato e nell’orario assegnato.
  3. All’entrata nel plesso i bambini devono igienizzare le mani, utilizzando l’apposito dispenser.
  4. Dall’ingresso a scuola fino al raggiungimento dell’aula, gli alunni seguono i percorsi obbligatori indicati dalla segnaletica.
  5. Dall’aula fino al raggiungimento dell’uscita, i bambini seguono i percorsi obbligatori indicati dalla segnaletica, rispettando la fila.
  6. Per tutti gli spostamenti all’interno dei plessi (per esempio dall’aula ai bagni e viceversa) devono essere rispettati i percorsi obbligatori indicati dalla segnaletica.
  7. L’utilizzo dei bagni da parte dei bambini è organizzato in modo tale da evitare assembramento e garantire le opportune operazioni di pulizia degli stessi.
  8. È consentito andare in bagno solo uno alla volta, dietro sorveglianza del docente o del personale ATA.
  9. La ricreazione si svolge nell’aula didattica nell’orario prestabilito, differente da sezione a sezione, per la presenza di sezioni con orario a tempo normale e a tempo ridotto.
  10. Ogni bambino consuma la merenda seduto nella propria postazione.
  11. Ogni sezione è formata da gruppi di 17/18 bambini. I giocattoli e i materiali didattici verranno igienizzati a fine giornata.
  12. A fine giornata vengono eseguite tutte le operazioni di igienizzazione.
  13. Per una corretta gestione degli spazi interni ed esterni si effettua una turnazione per consentire a tutti i bimbi, in tempi diversi, di poter accedere e giocare.
  14. È vietato, al fine di ridurre i rischi di contagio, portare oggetti o giochi da casa.

 

5. DIVIETI

È assolutamente vietato:

  1. non rispettare le regole in entrata, in uscita e all’interno dei plessi inerenti agli spostamenti, soprattutto in riferimento all’uso della mascherina e al distanziamento;
  2. lasciare la propria postazione senza permesso e senza indossare la mascherina;
  3. avere contatti fisici con alunni e personale della scuola (abbracci, baci, etc). Ne sono esonerati gli alunni che presentano una disabilità incompatibile con il rispetto di questa regola.
  4. scambiarsi oggetti e materiale (anche didattico) tra alunni;
  5. diffondere false informazioni che contribuiscano a creare panico e incertezza;
  6. mettere in atto azioni volontarie che comportino un elevato rischio di contagio (a titolo esemplificativo: intraprendere colluttazioni, strappare la mascherina a qualcuno, alitare, soffiare, tossire, sputare verso i compagni, il personale della scuola o chiunque, opportunamente autorizzato, si trovi all’interno degli ambienti scolastici).

 

6. RESPONSABILITÀ DEI DOCENTI

  1. I docenti della prima ora devono essere presenti nell’aula per l’accoglienza dei bambini/alunni all’arrivo degli stessi;
  2. i docenti devono vigilare e far rispettare agli alunni le regole previste dalla normativa e i protocolli messi in atto dall’istituzione scolastica;
  3. i docenti devono annotare nell’apposito registro i dati relativi all’uscita del bambino/alunno dalle classi in orari diversi da quelli previsti per la ricreazione e per la mensa;
  4. i docenti devono igienizzare con l’apposito prodotto per superfici, che hanno a disposizione, la relativa postazione di lavoro e la strumentazione utilizzata;
  5. i docenti di scienze motorie dovranno organizzare il proprio orario interno in modo da rientrare in classe anticipatamente, per consentire l’igienizzazione della palestra, degli spazi esterni e del materiale utilizzato durante l’attività svolta;
  6. le fotocopie e/o i compiti da somministrare agli alunni devono essere realizzati almeno sei ore prima e dovranno essere maneggiate con le mani opportunamente igienizzate;
  7. i compiti in classe saranno prelevati e depositati nel cassetto del docente per essere corretti il giorno successivo;
  8. i docenti dell’ultima ora dovranno vigilare e accompagnare gli alunni fino all’uscita prestabilita.




Accessibility